Ingresso: come creare un ambiente di design anche in un piccolo spazio

Molto spesso quando si scelgono i mobili per la propria casa non ci si confronta solamente con la qualità, il prezzo e i gusti ma anche e soprattutto con lo spazio. Se le camere, solitamente, hanno spazi sufficienti per poter arredare nella maniera che si ritiene più opportuna, nel caso dell’ingresso la situazione è differente. Non tutte le case hanno un ingresso che permette di sfoggiare un arredamento di design che accoglie il visitatore nel migliore dei modi. E’ quindi necessario concentrarsi magari su particolari più piccoli ma molto rilevanti che daranno il tocco finale alla vostra casa.

L’arredo d’ingresso

Solitamente nell’ingresso spesso ci si trova di fronte alla scelta di un mobile, comodo per poter appoggiare eventuali effetti personali e che funge da riempitivo della stanza. In ingresso, infatti, non ha un vero e proprio arredamento ma magari solamente un mobile particolare che possa dare eleganza e unicità. Molto spesso, però, soprattutto nelle case nuove, l’ingresso viene sacrificato per lasciar spazio ad ambienti più grandi e non troviamo più magari un corridoio accogliente e spazioso.

Insieme al corridoio molto spesso viene sacrificato anche il ripostiglio e dunque le uniche ammobiliate saranno le stanze. Se il ripostiglio è molto utile ma può essere sostituito con un mobiletto magari per le scope e i detersivi meno impegnativi da mettere magari sul balcone, l’ingresso necessità di qualche accessorio per non risultare eccessivamente scarno. Con i giusti elementi di arredamento è possibile rendere accogliente e innovativo anche un ingresso molto piccolo.

Elementi di designo

Nonostante il mobile all’ingresso sia molto comodo sia da appoggio che da vero e proprio ripostiglio, non sempre è la scelta giusta. Bisogna vedere se effettivamente lo spazio è giusto e può ospitare un mobile simile, altrimenti è meglio evitare e cercare soluzioni alternative. Imporre nell’ingresso per forza un mobile, può dare un senso di opprimenza e pesantezza a chi entra e rischia di non fare una bella impressione, forse nemmeno su di noi.

Un’ottima alternativa è quella di scegliere magari uno specchio a parete dalle dimensioni molto grandi che possa fungere lui stesso da complemento d’arredo. Di certo lo specchio, soprattutto se grande, avrà un suo spessore, ma non sarà di certo ingombrante come un mobile. Per dare un tocco di originalità in più è possibile magari scegliere uno specchio di design dalla forma particolare. Di certo esso sarà in grado di catturare l’attenzione ma senza risultare opprimente.

Se si desidera un piano d’appoggio di certo può essere una buona soluzione una mensola, magari colorata, arredata con qualche contenitore gioiello. Occuperà un piccolo spazio, assolverà ai suoi doveri e renderà il tutto molto innovativo. Infine è possibile scegliere un appendiabiti non eccessivamente grande, innovativo e magari colorato e con forme particolari per dare quel tocco in più che mancava.

About

View all posts by

Lascia un commento