Art 186 cds: guida sotto l’influenza di alcool

Una delle leggi che man mano nel tempo è andata sempre più inasprendosi nei confronti di chi la infrange, è la legge che regola la guida in stato di ebbrezza. Questa legge fa riferimento all’articolo 186 sulla guida in stato di ebbrezza dove è possibile trovare tutta la regolamentazione applicata in caso di infrazione.

Cosa dice l’articolo 186

L’Articolo 186 recita in questo modo ” È vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell’uso di bevande alcoliche” sancendo dunque l’impossibilità di mettersi alla guida qualora si abbia bevuto. Con “stato di ebbrezza”, infatti, non si intende la vera e propria ubriachezza, ma l’eccesso di alcol nel sangue.

Quello che infatti si va a controllare in questi casi è il tasso alcolemico presente nel sangue che può essere superiore ai limiti consentiti nonostante il conducente possa non essere ubriaco.

Quando nel sangue ci si ritrova ad avere un tasso di alcol rilevabile, le nostre funzioni, e soprattutto le capacità di reazione, vengono in qualche modo alterate. In alcuni casi pensiamo di non essere soggetti a questo tipo di alterazioni magari per struttura fisica o perché non ci sentiamo direttamente sopraffatti dalla sostanza alcolica; Tuttavia, in realtà, le nostre capacità man mano diminuiscono rendendo molto pericolosa la nostra guida e inefficienti le nostre abilità di reazione.

Le sanzioni previste

La guida in stato di ebbrezza prevede sempre delle sanzioni amministrative che possono essere più o meno gravi a seconda del tasso alcolemico riscontrato. È fissato a 0,5 grammi per litro il limite inferiore che non può essere superato. Per coloro il cui tasso alcolemico fosse compreso tra 0.5 e 0.8 grammi per litro, potrebbe scattare la sanzione. Essa è compresa tra 527 e €2108 con conseguente sospensione della patente da 3 a 6 mesi.

Nel caso in cui invece il tasso alcolemico fosse superiore a 0.8 ma inferiore a 1.5 l’ammenda potrebbe ammontare fino a €3200. In questo caso la sospensione della patente potrebbe variare tra 6 mesi e 1 anno. Superando la soglia di 1.5 grammi per litro, la patente potrebbe essere sospesa fino a 2 anni; inoltre l’ammenda potrebbe arrivare addirittura a 6000 euro.

Questo avviene perché l’alcol test è un test certificato e quando noi ci sottoponiamo a questo test abbiamo proprio una certificazione validata da scontrino che attesta la nostra inabilità alla guida. Con un tasso alcolemico del sangue superiore a quello consentito è molto pericoloso sia per noi sia per gli altri, poiché possiamo essere responsabili di incidenti.

Le sanzioni sono diventate degli anni man mano sempre più restrittive e i controlli sempre più efficaci. Questo proprio per evitare tragedie stradali che in passato si sono verificate e che hanno portato alla morte di moltissime persone. Nel caso in cui chi guida sotto stato di ebbrezza fosse responsabile di un incidente, potrebbe anche scattare l’arresto.

About

View all posts by